Seguici

 

testi e foto di Massimiliano Rella

 

La vetrata del Caveau Corto con vista sulle vigne di Grandvaux e il lago Lemano La scultura di Corto Maltese guarda la distesa dei vigneti di Grandvaux, nell’area Unesco del Lavaux

Nel paese adottivo di Hugo Pratt, il noto disegnatore e fumettista riminese, un winebar e una scultura contemporanea celebrano il suo personaggio più famoso, Corto Maltese. Tra le colline e i vigneti svizzeri di Grandvaux, con splendida vista sul lago Lemano, dal 2008 gli appassionati di vino e di fumetti possono andare a bere un calice di chasselas, il vitigno bianco dell’area, nel Caveau Corto, la vetrina enologica che raggruppa i vini dei 14 produttori di Grandvaux, una sottozona del sito Unesco del Lavaux. Hugo Pratt visse a Grandvaux tra il 1985 e il 1994.

 

Sul tetto del winebar la scultura di Corto Maltese guarda le vigne che scendono dolci verso il lago. La scultura è di Livio Benedetti e del figlio Luc. Una targa ricorda infatti che “Livio Benedetti, scultore franco-italiano, veniva spesso a Grandvaux per incontrare il suo amico Hugo Pratt. Un giorno arrivò con una piccola scultura di Corto Maltese. Ti piace? - chiese a Pratt. Hugo girò a lungo tra le mani la silouette di terracotta e con un sorriso disse: è bella. Era Luc, il figlio di Livio, che l’aveva fatta”. Il “piccolo Corto” in seguito è diventato grande nell’atelier dello scultore, un bronzo firmato da Luc e Livio Benedetti con la data del 24 ottobre del 2007.

 

La scultura di Corto Maltese a Grandvaux, nell’area Unesco del Lavaux, è stata realizzata dallo scultore franco italiano Livio Benedetti e da suo figlio Luc, in ricordo dell’amico Hugo Pratt scomparso nel 1995 La scultura di Corto Maltese a Grandvaux, nell’area Unesco del Lavaux, è stata realizzata dallo scultore franco italiano Livio Benedetti e da suo figlio Luc, in ricordo dell’amico Hugo Pratt scomparso nel 1995

Il Caveau Corto è una struttura moderna di promozione enoturistica, di proprietà del comune di Grandvaux, che ha investito 1 milione di franchi per il winebar, la scultura e la sistemazione della area circostante. Il locale ha arredi moderni in stile bistro, sedie, tavoli e pavimento in nero. Alle pareti un’esposizione di disegni di Hugo Pratt, con il personaggio Corto Maltese, rappresenta alla maniera di Corto Maltese i cantoni della Svizzera. In alcuni anche grappoli e vendemmiatori, firmati da Pratt. Il winebar è gestito a turno dai 14 vignaioli (noi siamo stati accolti da Roland Parisod, proprietario di Cave Bougnol). Insieme ai vini si possono degustare formaggi, affettati e tortini freddi (degustazione vini 20/22€, piatti freddi 5€). Ogni settimana è organizzato un evento a tema. Info www.caveaucorto.ch

 

Il vigneron Roland Parisod dietro il bancone del Caveau Corto
comments powered by Disqus